Io

In pratica, mi chiamo Marta.

Sono nata negli Stati Uniti, sotto il segno dell’Acquario (ascendente Bilancia), in impensabile anticipo. Dico impensabile perché, in seguito, sono sempre arrivata in ritardo. Mi presenterò tardi anche al mio funerale, è una certezza.

Io, nella vita, penso. La mia esistenza è costituita principalmente da ragionamenti. A un certo punto sono diventati così tanti che mi sono dovuta attrezzare. Dovevo fare qualcosa!

Qualcosa che non prevedesse la cirrosi epatica, possibilmente. In fondo avevo solo due mesi.

Comunque, da allora sfogo tutte le mie energie nelle più disparate attività creative. E, se non ci sono, le invento.

La creatività è una schiavitù.
Una dipendenza.
Un disagio.
Una piaga sociale.
Un dramma avvolto in una tragedia.

Anche perché mi fa arrivare tardi ovunque.